• Accreditato da
  • Organizzatore
  • Patrocinatore
  • Patrocinatore
  • Partner

Presentazione

Sexandthecancer® – Quello che le donne non dicono

Nel 2020 si è stimato che gli italiani che vivono dopo una diagnosi di tumore siano circa 3,6 milioni (3.609.135), più di 1,9 milioni sono donne (1922.086) cioè il 6,0% della intera popolazione femminile italiana.  Il tumore della mammella è la patologia neoplastica a più alta prevalenza nel sesso femminile (834.154 casi), quasi la metà (43%) di tutte le donne che vivono dopo una diagnosi di tumore.  Circa il 65% di queste hanno meno di 74 anni e quindi sono donne con sessualità attiva. Nel 2020, sono attese circa 55.000 nuove diagnosi nelle donne di cancro alla mammella[1]

Queste donne - spesso anche molto giovani - oltre a dover affrontare una patologia oncologica e le relative cure, subiscono un nuovo modo di vivere la propria femminilità da molti punti di vista.  Uno di questi attiene sicuramente alla sfera della sessualità, con patologie a carico dell’apparato uro-genitale[2] causate dalle cure oncologiche, che purtroppo subisce profonde modificazioni, con un’importante ricaduta negativa sulla vita sociale (ad esempio, nella relazione con il proprio partner).

La qualità di vita delle pazienti oncologiche, che sempre più spesso guariscono o convivono anche per lunghi anni con una malattia che grazie alle cure diventa “cronica”, subisce così un duro colpo. Troppo spesso i medici, però, non affrontano questi aspetti «intimi» e solo il 10 per cento delle donne trova il coraggio di parlarne con il medico. Ma alcuni rimedi ci sono[3].

Il convegno avrà l’obiettivo di promuovere, attraverso la formazione, un’attenzione del personale sanitario – medici, psicologi e infermieri – alla tematica e quindi favorire la capacità di comunicazione/informazione e supporto medico – paziente. 

 

[1] Fonte i numeri del cancro in Italia 2020 - https://www.aiom.it/i-numeri-del-cancro-in-italia/

[2] GSM: Genitourinary syndrome of menopause

[3] Vera Martinella Corriere Salute del 18 aprile 2017 https://www.corriere.it/salute/sportello_cancro/cards/donne-tumori-tutto-quello-che-serve-sapere-salvare-sessualita/superate-l-imbarazzo-parlate-medico_principale.shtml

Programma

15.00 Saluti Autorità

On. Sandra Zampa - Sottosegretario Ministero della Salute

Dr. Andrea Urbani - Direttore Generale Programmazione Sanitaria Ministero della Salute

Prof.ssa Antonella Polimeni - Rettrice Sapienza Università di Roma

Prof. Walter Ricciardi - Presidente Mission Board for Cancer UE
Dr. Enrico Cavallari - Presidente Comitato Monitoraggio attuazione Leggi e valutazione delle Politiche Regionali Regione Lazio  
Prof. Fabio Lucidi - Preside Facoltà Medicina e Psicologia Sapienza Università di Roma 

 

Introduzione: Obiettivi del progetto; scenario: numeri, problematiche, temi caldi A. Vetromile - Referente Scientifico

 

15.30 Gli effetti del cancro e delle cure oncologiche sulla sessualità

Modera: A. Bonifacino

- Le neoplasie che hanno maggior impatto sulla sessualità femminile: 

l’impatto delle terapie oncologiche (chirurgia, chemio, etc) P. Pellegrini

- Gli effetti della radioterapia sull’apparato urogenitale e sulla sessualità femminile V. De Sanctis

- Sessualità e cancro: i suoni del silenzio A. Costantini

Tavola rotonda

Introduzione di A. Bonifacino - Confronto tra i relatori e discussione

16.15 Le cure possibili

Modera: D. Caserta

- La sindrome genitourinaria e le terapie disponibili A. Lukic

- La riabilitazione del pavimento pelvico M.L. Bongiovanni

- Il supporto psicoterapeutico C. Simonelli

- L’integrazione bioenergetica: istinto, cuore e mente L. Geloso

Tavola rotonda - Il futuro prossimo 

Introduzione di D. Caserta - Confronto tra i relatori e discussione

17.15 La consapevolezza delle donne, la comunicazione medico paziente, i rapporti sociali

Modera: M.L. Compatangelo

- La comunicazione medico paziente, la formazione del personale sanitario al dialogo C. Gallo

- Il ruolo dello specialista e del medico di base – sinergie mancanti? B. Vercelli

- Relazione di cura e diritto alla sessualità durante e dopo il cancro G. Marini

- Il percorso di consapevolezza della paziente: dalla diagnosi alla presa di coscienza e la paura della stigmatizzazione (quello che le donne dicono e non dicono) M.L. Compatangelo

- L’impatto sociale (contesto familiare, professionale e sociale) C. Dato

Tavola rotonda - Testimonianze di pazienti, social network - Confronto tra i relatori e discussione

19.00 Fine convegno

 

E' prevista la traduzione simultanea nella LIS

 

Clicca qui per scaricare il programma

 

ISCRIZIONI NON ECM E STUDENTI

 

Informazioni

Obiettivo formativo

12 - Aspetti relazionali e umanizzazione delle cure

Mezzi tecnologici necessari

pc con connessione internet

Procedure di valutazione

quiz a risposta multipla

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Endocrinologia
  • Ginecologia e ostetricia
  • Medicina generale (Medici di famiglia)
  • Oncologia
  • Psichiatria
  • Psicoterapia
  • Urologia

Psicologo

  • Psicoterapia

Fisioterapista

  • Fisioterapista

Infermiere

  • Infermiere

Terapista occupazionale

  • Terapista occupazionale

Altro (non ECM)

  • Altro (non ECM)

Studente

  • Studente
leggi tutto leggi meno